Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto
Accedi / Registrati

Suggerimenti per la rimozione dello smalto semipermanente

June 13th at 12:00am

Suggerimenti per una rimozione perfetta dello smalto semipermanente

Come rimuovere lo smalto semipermanente senza fare danni

Il fascino dello smalto semipermanente è innegabile: l’effetto è sempre bellissimo e dura molto di più di uno smalto classico. I nodi vengono al pettine, però, quando si tratta di rimuoverlo. Già, perché in questo caso non te la caverai con una semplice passata di acetone, e magari non hai tempo per andare dalla tua estetista di fiducia per farlo rimuovere.

Come fare allora per rimuovere lo smalto semipermanente senza danneggiare le tue unghie? Te lo spieghiamo noi di Violablue: segui i nostri pochi, semplici passi e vedrai che sarai in grado di rimuovere lo smalto in maniera perfetta, senza alcun danno per le tue unghie.

La rimozione dello smalto semipermanente: di cosa hai bisogno?

Hai bisogno di pochissimi strumenti, tutti molto facili da reperire: una limetta, del cotone idrofilo e del solvente specifico per il semipermanente. Se vuoi fare le cose in maniera davvero professionale, procurati anche della carta stagnola e dell’olio rinforzante che utilizzerai al termine del trattamento.

A questo punto sei più che pronta per procedere. Prosegui nella lettura e scopri come può essere facile rimuovere lo smalto semipermanente…

La rimozione del semipermanente in 4 piccoli passi

Prima di tutto lima leggermente la superficie dell’unghia, stando attenta a non limare troppo in profondità. Sarà sufficiente rimuovere solo lo strato lucido.

Successivamente, imbevi il cotone idrofilo (vanno bene anche i comuni dischetti struccanti) con il solvente per smalto semipermanente e applicalo sull’unghia. Attenzione: non strisciare l’acetone sopra l’unghia, come faresti con lo smalto tradizionale. Il solvente deve penetrare nello smalto ed arrivare fino all’unghia, dunque è opportuno che rimanga un po’ a contatto con l’unghia, come fosse un impacco. Per una tua maggiore comodità puoi anche avvolgere ogni unghia in un dischetto imbevuto di solvente e coprire il tutto con dei conetti di carta stagnola. Lascia in posa per una quindicina di minuti prima di passare allo step successivo.

Allo scadere del tempo di posa del solvente, libera un dito alla volta ed elimina i residui di smalto possibilmente con un bastoncino d’arancio.

Ritorna infine alla lima, che passerai nuovamente sulla superficie dell’unghia per un’ultima pulizia. Al termine dell’operazione usa un olio rinforzante che permetterà alla tua unghia di rigenerarsi rapidamente ed essere pronta ad un nuovo trattamento.

Se vuoi procurarti gli strumenti e i prodotti migliori per eseguire queste operazioni, visita l’e-shop di Violablue: tantissimi accessori professionali a prezzi molto interessanti.